DECRETO NATALE COVID-19. Regole da applicare nel periodo dal 19/12/2020 al 06/01/2021.

Italia “a colori” nei festivi e prefestivi dal 24/12/2020 al 06/01/2021.

La Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il Decreto Legge n_172 del 18_dicembre_2020 recante “Ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19”, in vigore dal 19 dicembre, di cui si erano avuti alcuni chiarimenti nella conferenza stampa del Presidente del Consiglio Prof. Giuseppe Conte.

 

Prima di affrontare l’analisi Vi consigliamo di visionare il dettaglio del D.P.C.M. del 03/12/2020 dove sono riportate le condizioni di funzionamento nelle aree Gialle/Arancioni/Rosse; così da “rinfrescare”, se fosse necessario, le regole riguardanti i “colori” delle Regioni, poiché il Decreto Legge n_172 del 18_dicembre_2020  in realtà applica le regole già stabilite per le singole situazioni delle Regioni (i già conosciuti stati Giallo /Arancione / Rosso) per singole giornate indipendentemente da quale sia la situazione oggettiva della Regione.

Attività Produttive. Chi apre? Chi chiude? fino a che ora? quando?

Nelle giornate del 24/25/26/27/31 dicembre 2020 e nelle giornate del 1/2/3/5/6 gennaio 2021 valgono le regole della Zona ROSSA per cui chiudono tutte le attività commerciali al dettaglio,  di ristorazione (che possono operare unicamente per lo svolgimento del servizio di “asporto” e “consegna a domicilio”) e servizi alla persona fatta eccezione per:

Nelle giornate del 28/29/30 dicembre 2020 e nella giornata del 4 gennaio 2021 valgono le regole della Zona  ARANCIONE per cui tutte le attività di ristorazione sono chiuse al pubblico e svolgono unicamente i servizi di “asporto” e “consegna a domicilio” fatta eccezione per le attività lungo le autostrade e negli aeroporti . Tutte le altre attività commerciali possono restare aperte fino alle 21:00.

Al fine di aiutare gli imprenditori a districarsi nel dedalo di “aperture e chiusure” abbiamo predisposto due “Tabelle riassuntive attività economiche Decreto Natale”:

ove si deve ricercare la propria attività svolta e verificare l’esistenza di una delle seguenti situazioni:

  1. APERTO NEL RISPETTO DELL’ORARIO DEL COPRIFUOCO
  2. APERTO FINO ALLE 18:00
  3. APERTO ASPORTO FINO ALLE 22:00  E CONSEGNA A DOMICILIO 24/24.
  4. CHIUSO

Privati cittadini. Chi si può spostare?  Dove si può andare? Quando ci si può spostare?

Nei giorni dal 21 dicembre 2020 al 06 gennaio 2021 é vietato ogni spostamento tra regioni e le provincie autonome di Trento e Bolzano.

Nelle giornate del 24/25/26/27  e 31 di dicembre 2020 e del 1/2/3/5/6 di gennaio 2021 valgono le regole per la circolazione delle persone delle Zone Rosse con alcune piccole modifiche:

  • é vigente il coprifuoco dalle 22:00 alle 05:00,
  • é consentito spostarsi, una volta al giorno, tra le 05:00 e le 22:00  verso altra abitazione privata (visite ad amici e parenti), ubicata nella stessa Regione, in numero non superiore a 2 persone. Si ricorda che nel conteggio delle persone non si tiene conto dei minori di 14 anni, delle persone disabili o non autosufficienti purché conviventi,
  • é consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione,
  • é consentita l’attività sportiva all’aperto e solo in forma individuale.

Nelle giornate del 28/29/30 dicembre 2020 e nella giornata del 4 gennaio 2021 valgono le regole per la circolazione delle persone delle Zone Arancione con alcune piccole modifiche:

  • é vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, ad eccezione che la persona non sia residente in un Comune con meno di 5.000 residente (da verificare con il proprio Comune)  e la distanza dello spostamento non sia inferiore a 30 Km. tra i confini comunali (dentro la medesima regione) ma con esclusione di accesso ai comuni “Capoluogo di Provincia”;

Infine, fuori da questi casi “eccezionali” sopra richiamati, restano in vigore, sempre, le AUTOCERTIFICAZIONI qualora per causa di eventuale motivi derivanti da: a)  studio in presenza, b) lavoro, c) salute o d) necessità sia necessario non rispettare i vincoli alla circolazione delle persone.

Per capire la difficoltà di applicazione di queste regole, permettetemi di fare alcuni esempi:

  1. Una famiglia é composta da Marito – Moglie – 1° Figlia 23 anni – 2° Figlia 18 anni – 3° Figlia 17 anni, ed abitano in un comune sotto i 5.000 abitanti e la nonna abita in un comune, non capoluogo di Provincia, il cui confine dista meno di 30 Km dal confine del comune di residenza della famiglia,
    • DURANTE LE GIORNATE del 28/29/30 dicembre 2020 e nella giornata del 4 gennaio 2021.  La famiglia (tutti insieme)  può andare a trovare la nonna.
    • DURANTE LE GIORNATE del 24/25/26/27  e 31 di dicembre 2020 e del 1/2/3/5/6 di gennaio 2021. La famiglia non può andare tutti insieme,  ma possono andare 2 alla volta una sola volta al giorno.
  2. Una famiglia é composta da Marito – Moglie – 1° Figlia 13 anni – 2° Figlia 8 anni – 3° Figlia 7 anni, ed abitano in un comune sotto i 5.000 abitanti e la nonna abita in un comune, non capoluogo di Provincia, il cui confine dista meno di 30 Km dal confine del comune di residenza della famiglia,
    • DURANTE LE GIORNATE del 28/29/30 dicembre 2020 e nella giornata del 4 gennaio 2021. La famiglia (tutti insieme)  può andare a trovare la nonna.
    • DURANTE LE GIORNATE del 24/25/26/27  e 31 di dicembre 2020 e del 1/2/3/5/6 di gennaio 2021. La famiglia (tutti insieme)  può andare a trovare la nonna poiché i figli hanno tutti meno di 14 anni e per cui é rispettata la regole del massimo 2 persone.
  3. Una famiglia composta da Marito – Moglie – 1° Figlia 23 (fidanzata) decide di invitare a pranzo il giorno di Natale (25 dicembre) i futuri consuoceri. Per assurdo dovrà decidere se invitare i consuoceri (2 persone di età superiore di 14 anni!) ma non poter ospitare il futuro genero poiché violerebbe la regole dei 2 ospiti maggiori di 14 anni.