Modello Unico di Dichiarazione Ambientale per il 2021.

Il MUD 2021, approvato con il D.P.C.M. del 23 dicembre 2020, va presentato con le modalità consuete (via telematica o via PEC) entro il 16 giugno 2021.

Vi invitiamo a prendere visione delle principali novità:

  • Gli impianti che svolgono attività di recupero dovranno comunicare, nella scheda SA-AUT, se l’autorizzazione è riferita ad  attività di recupero per le quali è stata prevista applicazione del c.3 art. 184ter
  • Nella comunicazione rifiuti e veicoli fuori uso sono state apportate modifiche alle informazioni relative ai materiali derivanti dall’attività di recupero, con l’aggiunta di alcune tipologie e la modifica di altre
  • La scheda CG – costi di gestione della comunicazione rifiuti urbani è stata completamente rivista
  • Sono state modificate le categorie della comunicazione RAEE per adeguarle all’entrata in vigore dell’open scope e della classificazione prevista dall’allegato III al D.lgs. 49/2014
  • Sempre nella comunicazione RAEE è stata aggiunta la voce relativa alla quantità di RAEE preparati per il riutilizzo, mentre è stata eliminata l’informazione sui RAEE utilizzati come apparecchiatura intera.

Per quanto riguarda il MUD Semplificato e il MUD Comuni (se inviato via PEC) il pagamento dei diritti di segreteria potrà avvenire esclusivamente con il circuito Pago Pa.

Nei prossimi giorni le imprese potranno scaricare dal portale Ecocamere il software per la compilazione del MUD 2021 e i relativi tracciati record.

A breve verranno resi disponibili i portali:
MUD Semplificato (mudsemplificato.ecocerved.it) per l’invio della comunicazione semplificata;
MUD Telematico (www.mudtelematico.it) per l’invio delle comunicazioni via telematica;
MUD Comuni (www.mudcomuni.it) per la compilazione e l’invio della Comunicazione rifiuti urbani.

 

Al fine di consentire agli utenti di approfondire la materia ed iniziare a predisporre i conteggi quantitativi Vi invitiamo a prendere visione delle “Istruzioni MUD_2021“.